E così sui binari in tondo gira, illudendo la ragione, questo trenino a molla che si chiama cuore (Fernando Pessoa)

Cinema

Cosebellissime"Si trovano cose bellissime nella spazzatura"

            Parry(Robin Williams)
  "La Leggenda Del Re Pescatore"


Sul divano

E che natale sarebbe senza "Una Poltrona Per Due"????

Poltronaperduefzage

Noi però ci guardiamo "Il Nano Infame"…
…non chiedetemi altro…non sò…


Due Cose

Devilwearspradamerylstreep2_1
Una:
Ieri sera il diavolo ha vestito Prada…al Warner Village,spettacolo di mezzanottetrentacinque.
Molto
carino.Per molto carino intendo che mi ha divertito,che scontatezza a
parte(ma come si fa ad essere originali oggi in America???),Maryll
Streep invecchia strepitosissimamente bene, ma che non lo rivedrei una
seconda volta…se non tra un pò di anni.Molto,moolto carino.

Io volevo vedere "L’amico Di Famiglia", ma è uscito adesso e non mancherò!

                                          
Due: Si fanno i fattacci nostri, le chiacchiere, anche utili
devo dire, poi si esce alle 23.30 per andare al cinema.Biglietti ultima
fila centrale.
Manca un pò e si aspetta al bar.Sullo schermone un canale musicale:
una
specie di barbone(credo che non sia carino, ma ultimamente ho in fissa
sto appellativo e lo uso indiscriminatamente)che
chiacchiera…chiacchiera…ma chi è??
Poi canta e io urlo:"E’ Marlene Kunz??????Marlene Kunz è quel barbone maschioso lààààà???????"
Che poi lo so benissimo che M.K. è il nome del gruppo, ma mi piace che è lui e punto.
Comunque,
indignata:no,non avevo mai visto la sua faccia,
guidata dal modo di cantare e i testi mi ero fatta l’immagine
"androgina",eterea, ambigua del tipo che stava dietro la voce …e ci
sono rimasta malissimo. Ma insomma eh???Che sistemi!!

191524699_47f85f5e02

Ora torno a pulire la casa con lo spazzolino da denti, come ogni
domenica…e a dar tisane al finocchio alla mia appendicite…che il
finocchio sfiamma…


Scoop!(”con tutto il dovuto rispetto”)

Scooponesheetboxart_160w_1Ho visto “Scoop”e mi sono divertita.
Non ho nemmeno voglia di recensirlo
Direte(tra l’altro nel giusto):“Ma chi te l’ha chiesto?”

Mi sembra quasi superfluo parlare di Woody Allen.
Più di altri o lo ami o lo detesti.
Io scelgo la prima again&again.

Anche in una commedia leggerissima
come questa, non c’è una sua frase o battuta che sia buttata lì a casaccio,
che non comunichi un pensiero oltre che divertire.
O che non diverta oltre che comunicare un pensiero.

Una frase,mi ha colpito,mi ha fatto anche smettere di ridere:
“Se ci fosse più gente con il senso dell’umorismo al mondo,non ci troveremmo in queste condizioni”


Wolf


"Mi chiamo Wolf, risolvo problemi".


Rivedrei…

VALVERT: Che arie arroganti! Un signorotto senza il comlpemento di guanti, di nastri, di alamari, di sbuffi in seta e lino!

CIRANO: Ma io è moralmente che sono un figurino. Io non uscirei mai con, sì, per negligenza, un affronto non ben lavato, la coscienza gialla ancor di dormita nell’angolo dell’occhio, con l’onore gualcito, gli scrupoli in ginocchio, ma io procedo e sono, in piena lucentezza, piuma di indipendenza, pennacchio di franchezza.

DE GUICHE: Basta là!

CIRANO: Io non porto guanti? Il fatto è che me ne avanzava uno, di un paio demodé, e ciò malgrado ancora me lo sentivo in più, tanto da darlo in faccia, non ricordo a chi fu.

VALVERT: Marrano, lercio, zotico, gran pezzo di villano!

CIRANO: Ah sì? E io Cirano Ercole Savignano de Bergerac.

Cyrano_1

Un attimo di incanto:

DE GUICHE: Avete ostacolato col vostro patrocinio i miei progetti, dunque.

CIRANO: Progetti d’assassinio…

SCORTA: Insolente!

CARBON: Fermi, in fodero! Schermaglie da locanda! Allora! Uscite tutti! Via!

DE GUICHE: Signore, una domanda. Avete letto il Don Chisciotte?

CIRANO: Per intero, e mi ritrovo in lui, bizzarro e venturiero.

DE GUICHE: Vogliate meditare, di quel libro medesimo, sul capitolo dei mulini…

CIRANO: … il tredicesimo…

DE GUICHE: … poiché se li si attacca, capita nel cimento…

CIRANO: Io attacco dunque tizi che girano col vento?

DE GUICHE: … che i grandi bracci, in vortice con impeto ribelle, vi scaglino nel fango.

CIRANO: Oppure tra le stelle… (escono tutti tranne Cirano e Le Bret)

LE BRET: Infine converrai…

CIRANO: Così son combinato. Spiacere è il mio piacere. Amo essere odiato.

LE BRET: Se tu lasciassi indietro l’anima moschettiera, la fortuna e la gloria…

CIRANO: Sai dirmi in che maniera? Andar sotto padrone? Cercarmi un protettore? E come oscura edera che ha l’albero tutore, e s’appoggia arrampicandosi e leccandogli la scorza, potrei salir da furbo, e non invece a forza?
No, grazie.
Dedicare in ogni scartafaccio dei versi ai finanzieri? Mutarsi in un pagliaccio, sperando di vedere, sul labbro di un ministro, lo spasmo di un sorriso un po’ men che sinistro?
No, grazie.
Banchettare ogni giorno da un pidocchio? Avere il ventre logoro dalle marcie, e il ginocchio più prestamente sporco nel punto in cui si flette? Rendermi primatista in dorso-piroette?
No, grazie.
Riconoscere talento ai dozzinali? Plasmarsi su ogni critica che appare sui giornali? E vivere sognando: "Oh, sento già il mio stile percorrere le bozze del Mercurio mensile"?
No, grazie!
Fare calcoli? Tremare? Arrovellarsi? Preferire una visita a un paio di versi sparsi? Stendere delle suppliche? O farsi commendare?
No, grazie. No, grazie! No, grazie!!
Ma cantare, sognare, ridere. Splendido. Da solo, in libertà. Aver l’occhio sicuro, la voce in chiarità. Mettersi se ti va di sghimbescio il cappello, per un sì, per un no, fare un’ode o fare un duello. Fantasticare, a caccia non di gloria o di fortuna, su un viaggio a cui si pensa, sulla luna! Se poi viene il trionfo, ebbene fatti suoi, ma mai, mai diventare un "come tu mi vuoi". E se pur quercia o tiglio davvero non si è… se vuoi proprio non alto, ma farcela da sé.

Dieci minuti di stordimento per i dialoghi in rima
ma prometto che poi sarà amore, credo avrete voglia di leggerlo,
come feci tanti anni fa
e di rileggerlo il Cyrano De Bergerac di Edmond Rostand,
di soffermarvi su certe parti.
Perchè…l’amore,fatto di parole,per le emozioni,i turbamenti
provocati in Rossana dalle sue lettere,dalle parole sussurrate
sotto al balcone ,al posto di Cristiano,bello e privo di spirito
mi erano sembrate(già detto) eccessive,quasi ridicole…
…ma le parole,evanescenti e senza peso,
possono far vacillare animi.Sì.
Le parole che tanto amo echeggiano e duellano in
dialoghi incatenanti in questo film,nella splendida
traduzione di Oreste Lionello e innescate
in Depardieu.
Perchè continuo a chiedermi se Rossana avrebbe amato
Cyrano,scegliendolo alla bellezza di Cristiano,non scioccamente
dipinto per altro,ma certo privo di fascino,di capacità
di volare con l’animo.
Purtroppo,mi rispondo di no.Intelligente,certo scaltra,
ma superficiale,Rossana.
Cyrano:
l’onesta intellettuale,il senso "civico"
la sua fierezza,la sua onestà che non chiede
rifugio all’ombra dei potenti com’era in uso all’epoca.
(All’epoca…sì fa per dire)
Emozionatevi e salite sulle ali delle parole
E per chi non l’ha visto mai,mai sentito parlare(impossibile!?)
e teme un tuffo di cariante sdolcineria,no
Cyrano è duello,poesia,anima moschettiera
e talvolta "uno strambo che piomba dalla luna".


ANTICONFORMISTI cap.2

Ecco…oggi non si lavora…controlli sanitari di rito post-apertura .
Allora penso a tutto ciò che posso fare:pulizie-spesa-lavatrice-passeggiata-leggere.
Seduta mi guardo in giro.

La mia mansarda è abbastanza in ordine, guardo le mie tende artigianali ma efficaci contro la luce violenta che al mattino mi aggredisce gli occhi,guardo quanto di me c’è. Guardo le cose che ho fatto io,senza particolare fierezza,mi è sembrato così semplice…a parte che comincio,faccio una pausa che varia dalla settimana ai due mesi e finisco in un giorno qualsiasi cosa io cominci.
L’armadio è stata un eccezione:comprato,al mercatino,operato verniciatura,invecchiamento,portato sù pezzo per pezzo,montato da sola…poi volevo tirarlo su, ma ci stavo rimanendo sotto e lì ho dovuto chiedere aiuto ad un coinqui.
La foto grande di Jim Carrey è l’unico personaggio che si affaccia sulla camera(Dentro l’armadio c’è un Banderas che mi porge una Rosa,ma è un altra cosa.).Una foto da "The Truman Show", dove lui ha un cuscino sulla testa,un broncio,che ho pure io in qualsiasi mia foto dai 2 anni in sù e una telecamera appesa sulla testa(che in questa riproduzione non si vede).
Mi viene una domanda,per me,per voi:Subite più il fascino di ciò,di chi vi è affine e simile o di chi è molto diverso da voi?
Perchè è questo che mi viene in mente.Jim_carrey_01

C’è semplicemente perchè mi piace quella foto.
Perchè ha un che che mi ricorda mio fratello e lo "riabilita" dato che il sangue del mio sangue è stato il più grande rompiballe (perlopiù dal quale non mi potevo sottrarre),della mia vita.
C’è Jim Carrey perchè la sua faccia mi mette di buon umore.
C’è perchè è anche lui un anticonformista.
Un ottimo attore che ha sempre privilegiato film dove lui è di "plastica",dove usa il suo corpo,la sua faccia,come noi non sappiamo più fare passati i 10 anni…quando apprendiamp l’imbarazzo e perdiamo un lato di noi "selvaggio"o lo teniamo solo per noi…Lui lo fa quello che gli piace fare.
Senza Imbarazzo e senza vergogna alcuna.E’ eccezionale.
Perchè è una discendenza di un arte comica che si estingue,Jerry Lewis, il mito.

Mi intriga l’affinità fino ad un certo punto perchè ti mette sulla stessa lunghezza d’onda,ti porta a capire con un occhiata,finezze,battute che solo con pochi ti senti libero di fare,che sai,capirà,ma mi affascina anche la diversità,tutto ciò che io non sono…tutto ciò che prosegue in un altro dove comincia la mia timidezza e il mio pudore,che qualche volta mi fa gettare il velo per seguire la danza,ed altre mi fa rimanere in disparte,ma divertita.
Se penso anche quanto siamo simili nell’anima,diverse in tutto-tutto il resto io e le mie amiche.
Ma che bello anche il contrario però.
Allora mi piace quando mi sveglio tra 100 cuscini e il telefono e i libri sotto le coperte gettare un occhio a quella foto che sembra dire..".sii infedele un pò a te stessa,dai…"qualche volta ci riesco ed è la più bella trasgressione che ci sia…