E così sui binari in tondo gira, illudendo la ragione, questo trenino a molla che si chiama cuore (Fernando Pessoa)

Senza Parole

parcoE se mancasse l’ispirazione? Ma se fosse un bene ?

Se il silenzio abbracciasse tutte le mie parole e le tenesse al caldo, al buio, le portasse in un luogo dove ci si guarda e ci si capisce senza l’uso del verbo?

Un posto dove non esiste il malinteso di cui la parola è generatrice.

Il sole si affaccia, passa, saluta la terra umida di pioggia.

Passerò ogni pausa di primavera al parco, vicino all’ippodromo, dove piace a me, sotto l’albero solitario,  a svuotarmi la mente e gli occhi dai tasti, dal monitor, dai trilli del telefono, la gente, la gente. Le passerò lì, con il mio cane di fianco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...