E così sui binari in tondo gira, illudendo la ragione, questo trenino a molla che si chiama cuore (Fernando Pessoa)

Breakdown

Totc2

Un anno sabbatico. Per

prima cosa, contro l’abuso impunito dei vocaboli guardo che vuol dire anno sabbatico.  Nel calendario ebreo, quello dove si fanno riposare i campi. Uno ogni sette anni. Come le crisi.

Incoltivata. La mia specialità

Poi te lo concedono suppergiù per scalare l’everest o scrivere un libro. Un libro…

Oh…andare in Messico? Una casa col tetto di palma. E chi torna poi…

Me lo prendo interiormente l’anno sabbatico. A INcoltivare la superficie.
C’ho tanto soffitto da guardare.
Dove sta la novità?
Non ci siamo recluse l’anno passato?
Sì. Ma sentendomi in colpa per ogni mio isolamento, per le cose non fatte, per le uscite non uscite, i bidoni, le amicizie non godute mai abbastanza, tutto il tempo che non ho dedicato a tutti con pigre, balbuzienti  scuse.
Che ti sembra sempre di dover dare una spiegazione, mentre ti raccomandi agli altri di essere liberi, seguire il proprio orologio sciolto nella mente come in un quadro di Dalì.   
Eppure sò che loro capiranno o non avrei più uno straccio d’affetto intorno da tempo. Mi do tre mesi ora, per fare pace con me. Non sò che cosa sarà, ma sarà mio. Voglia di scrivere .  Voglia che non posso. E la mia musa, un muso, mi abbandona e non mi vibrano più le parole, come possessioni. Tutti i click rimangono quì. Indegni e impubblicati. Nell’interno. Fremono pensieri  e mi insoddisfano appena calano sui tasti, che non colmano la distanza tra il dire e fare, tra il cielo e l’oceano. Se non torno a viaggiare impazzisco. Se non torno a somigliarmi, diventerò vento.

Non rifarò questo letto disfatto, come un mare mosso. C’è ancora il tuo odore leggero che vorrei tenere a distanza, ma poi ti sento e  mi vien da ridere. Ho mangiato tre mandarini stasera , ma non era la stessa cosa senza tutti i tuoi inaspettatamente . Vorrei tanto che la mia  appena consistente leggerezza le suonasse di santa ragione a tutto il resto noioso di me.

Annunci

Una Risposta

  1. Anche tu un anno sabbatico?

    3 gennaio 2008 alle 00:37

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...