E così sui binari in tondo gira, illudendo la ragione, questo trenino a molla che si chiama cuore (Fernando Pessoa)

Lettera numero 2

Harveystewart

Caro vecchio panzone  io e Harvey abbiamo deciso di sorvolare il fatto che Lettera Dell’Anno Scorso probabilmente intento a bere le tue casse di Coca(sicuro…bere, vero?) non l’hai evidentemente neppure letta.

La cosa più grave è che non ho avuto la mia SABBIA MAGICA.

I sorrisi, bè, quest’anno c’è stato poco da ridere per tutte mi pare:non certo per dono dal cielo ma solo per quell’indole sfottente e ignorante che ci pervade abbiamo riso. Come in una sceneggiatura di rispetto(niente a che vedere con i monofilm di Pieraccioni) sono i guai a generare la commedia. E una risata vera ha sempre la vena amara.

Qust’anno avrei pensato a due cose.

La prima:
l’altro giorno salendo le scale, gli stivali che scendevano, la gonna che scendeva,
non certo per magrezza, solo che la ciccia è distribuita malamente. Mani ,solo due purtroppo e per tenere sacchetti, pubblicità, pane, sugo della nonna e pure i fondelli della gonna non bastano.

Quindi avrei pensato di chiederti un …culo. Uno vero però, che abbia la forma di culo, almeno i jeans, pantaloni e la gonna avranno finalmente un appiglio al quale restare aggrappati. Potrò anche smettere di portare sti decoltè vertiginosi per deviare l’attenzione da quell’assenza, che sai, comincio ad avere una certa età, accuso il freddo…
E non fare il sordo, non voglio una cintura nè una terza mano(quella casomai un altro anno) , quindi se esisti e non passi le serate tra tette invece che tra i tetti o a strasciconi tra Pub e Bar, alza quel centenario culone, gira la chiave e vai. Quando si dice non avere culo…

La seconda è:

Amore. Cioè, non lo devi prendere a uno per darlo a me . Amore. IL MIO.Voglio innamorarmi. Vorrei. Mi sento in grado di gestire la mia vita, non voglio riempire un vuoto.
Voglio altro.
Voglio l’ebrezza, la testolina vuota, un sorriso ebete la mattina spettinata mentre mi lavo i denti e per testimone solo lo specchio. Voglio l’intreccio di pelle e sapori.ù
E tutte quelle cose insensate. Voglio l’amico, il migliore amico al mondo, poi nel letto l’amore.
Senza complicanze, liscio abbastanza da sembrare noioso. Noioso per gli altri. 
Sì, voglio anche il nulla e la noia. Quella noia che in due c’è quasi gusto.
Avere cose da fare e non farle, restare a letto con I-tunes che corre.
Voglio il parere delle mie amiche, farmi prendere in giro.
Voglio la solitudine intervallata da assoluta condivisione.
Fammi innamorare , anche di uno stronzo, fa niente, un mese, un anno, apro gli occhi e torno in me.
Ma tutto il sentito sarà valsa la pena, no?
Vabbè , quest’ultima parte della lettera, non prenderla alla lettera…

Quindi ricapitoliamo perchè sei un rincoglionito e non è un segreto.
Culo e Amore.
Vabbè…almeno una delle due…

Image_gpere_noel_arrive

Annunci

3 Risposte

  1. Dyo

    Amore, Ubik, perchè se ti viene il culo l’anno prossimo scrivi un’altra letterina perchè se lo riprenda indietro. Fidati.
    Anch’io ho chiesto di innamorarmi. Ma non di uno stronzo, accidenti. Basta così.
    Che ne dici? 🙂

    Buon Natale, e un abbraccio.

    23 dicembre 2007 alle 22:14

  2. Auguri Ubik…
    Sinceramente…

    24 dicembre 2007 alle 21:35

  3. si si…babbo non la beve, ma ogni tanto quanlcosina la azzecca…io di culi quest’anno non ne ho consegnati tanti,più che altro tette in silicone finissimo. E per l’Amore…dobbiamo far tornare Babbo alla cara vecchia Maria:Peace & Love!Yeah!Anzi, Ass & Love!

    25 dicembre 2007 alle 11:00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...