E così sui binari in tondo gira, illudendo la ragione, questo trenino a molla che si chiama cuore (Fernando Pessoa)

Succede che ti senti contenitore del vuoto.
Che le ore passano e non è che in sè per sè
quei crogiuoli di tempo fatti di 60 minuti siano noiosi
ma nell’insieme, mentre guidi,e pensi
sono insostenibili,
eppure non è buio
non è tristezza,
si vede gente
si chiacchiera
si colgono sorrisi
e messaggi di amici
E non è che non so vedere:
vedo il raggio di luce che attraversa la stanza
vedo le rose a novembre
l’odore di pioggia e di vita
ascolto la canzone che sembra lì per me
e respiro forte nelle passeggiate
tra l’erba pensando tutto il bello sta lì
nelle piccole cose…ecco  questo tipo di felicità
mi possiede
Ma c’è l’altro che
forse non so come dovrebbe essere,
non mi è chiaro
c’ è solo inquietudine
c’ solo una noia interiore che non sò cacciar via
C’è che se mi scuoto
è perchè mi forzo
con il pide di porco
chiamato
"Non lasciarti andare"
ma non è quello che sento
non è quello che sento.
Quanto ancora
cosa ancora
per capire
chi, cosa
sono e voglio…?

Annunci

3 Risposte

  1. cazzarola,per grandi linee mi chiedevo anch’io la stessa cosa,ovviamente in modo piu’ semplice e spicciolo..all’inquietudine e alla noia ho aggiunto anche un tocco di malinconia per un qualcosa per la serie vorrei ma no pozzo anzi è meglio stare fermi altrimenti il piede di porco me lo danno in testa..se trovi una soluzione piacevole per uscir fuori da questo tedio autunnale,passala all’ottusella tua..

    20 novembre 2006 alle 15:20

  2. sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridisorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sorridi sorridi sorridi
    sei su willycamera!

    20 novembre 2006 alle 16:43

  3. tientelo stretto quel piede di porco, lucidalo e coccolalo..lui vede e sente cose che magari ora non sospetti..ma che ci sono..sissì che ci sono..

    20 novembre 2006 alle 18:30

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...