E così sui binari in tondo gira, illudendo la ragione, questo trenino a molla che si chiama cuore (Fernando Pessoa)

Muovo Le Ali Di Nuovo

 Duemilaquattro. Mi sembrava di più. Mi sembrava più distante Cambiavano tante cose e questa canzone accompagnava la fine dei miei occhi regalati al soffitto .

E’ uno dei testi dei Tiromancino che trovo più belli,l’arrangiamento secondo me
la soffoca, e non le rende giustizia.Chissà se la rifarebbero così oggi?

E io? Mi giro e mi domando come accade ogni tanto: la rifarei così oggi "la mia canzone?"

Umanamente,certo, a quante cose rimetterei mano…

…ma c’è un senso,deve esserci,intriso di caso e di apparente no-sense…

Sere fa, davanti al caminetto, la Dani ci chiede "Secondo voi ci saremmo incontrate lo stesso?" Ci siamo incontrate in relazione alla stessa circostanza.

Poteva sembrare una domanda scontata,ma per la prima volta io mi sono data una risposta diversa dal solito…mi so detta che forse sì, che forse altre circostanze ci avrebbero fatto incrociare, che le vie delle "affinità" sono misteriose, che le energie ci convogliano in strani percorsi.

Sono quasi convinta, che c’è un percorso, che non è il fato o il già deciso o predestinato,no.

Lasciamo scie.

Ci troviamo, ci lasciamo, ci perdiamo, ci dimentichiamo, ci cerchiamo o non ci cerchiamo più-
Ha un senso ogni intersezione.

Ciò che ti arriva: occhi che guardano occhi, frasi-parole-mani-passi -telefonate-addii-passaggi
lavori-amici di amici-frasi che non erano per te che erano per te-il matto che ti chiede se il suo cuore può contenere tante emozioni-notti insonni-cene-il libro che ti guarda in libreria,che ti afferra la mano-la canzone in quel preciso momento-lampi negli occhi altrui,un raccontare un pezzettino di te a chi,in un preciso istante ti attraversa come fossi un cielo.

Tutti i cambiamenti che mi son sembrati peggioramenti, magari sono tappe…hanno motivo di esistere,
se il lavoro che ho adesso non è migliore di quello che avevo eppure è migliore,per il solo fatto che mi sono rimessa in viaggio,l’ho cambiato, lo cambierò.Cambieranno giorni e città, e fiumi e canzioni finchè non mi somiglierò.

E se trovi "merda", se la vita ti sembra improvvisamente "Pulp" è per imparare a riconoscerla la merda,a non confonderla con la cioccolata??

La vita ci parla…drizziamo le antenne…ascoltiamola nei fruscii di siepi, nei cigolii di porte,nelle foglie che il vento deposita insensatamente davanti ai nostri passi.

C’è un senso?Beh, questa notte, mi piace pensare che ci sia, che un giorno voltandomi

potrò vedere inanellato in una catena che non incatena, tutto l’avvenuto e guardando avanti,

la mia vita somigliare a quella che volevo.

 

"Muovo le Ali di Nuovo"
    Tiromancino

(Che giorno sia non sai mentre vai
dove adesso non mi vedi
ovunque sei sarai
dentro i miei sogni ormai)

Muovo le ali di nuovo
riprovando a non cadere
da solo nel vuoto
per cominciare a diventare
così com’é che avrei dovuto
solo se avessi comunque
davvero voluto

tutte le cose che vedo
così nuove che alle

volte
nemmeno ci credo

ed ho paura che il calore
di un raggio di sole
che ho sopra la testa
sciolga le ali di cera
o mi abbagli la vista

e ora non starmi a sentire
tanto guarda ho anche paura
di farti capire
sono bene o male
solo soltanto parole
come gocce che non cambiano
il livello del mare
non scende e non sale
ma sotto qualcosa si muove
e sono tutte quelle voci
che tornano nuove
e tornano più forti 
in un giorno come gli altri

Muovo le ali di nuovo
verso un posto nuovo
muovo le ali di nuovo
perchè cerco un posto nuovo
muovo le ali di nuovo
verso un posto nuovo diverso

Dentro ai miei sogni
ormai cosa c’é e cosa resta
soltanto i mostri
che ho dentro alla testa
non era oro quello che brillava
non era eterno quello che restava
non era amore
neanche quello che mi amava
eppure mi sembrava
la sola cosa sicura che avevo
ma mi sveglio lentamente
non può piovere per sempre
nessuno ti dice mai niente
infatti a me nessuno

mi ha detto mai niente
e qual’é veramente
il problema
se restare da soli
o cambiare sistema
e se una cosa importante
vale meno di zero
e una cazzata qualunque
diventa un delirio
io spingo e vado avanti
in questo giorno come tanti
E allora tiro due righe sul conto
e sono stanco di scappare
da quello che ho intorno
perchè ho bisogno di provare
di nuovo da solo a capire se cado

come se avessi comunque
davvero vissuto
muovo le ali di nuovo
verso un posto nuovo diverso

Annunci

Una Risposta

  1. Anche a me piace moltissimo questa canzone, soprattutto il testo… credo sia la prima volta che ti commento, però mi piace molto il tuo blog!

    8 novembre 2006 alle 08:58

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...