E così sui binari in tondo gira, illudendo la ragione, questo trenino a molla che si chiama cuore (Fernando Pessoa)

TIENI AD UN AMICO LEALE COME AD ENTRAMBE LE TUE MANI(proverbio nigeriano)

Io e la Dani stasera in macchina mentre andavamo dalla Dile.
Dani:Ha visto?hanno messo "fuori ordinanza" le modelle tipo anoressia?
Io:E che vuol dire?
Dani:Che ora vogliono in passerella donne più normali,certo belle,ma donne come si vedono per la strada…
Semaforo Rosso.La Dani si ferma.Sulle striscie attraversano tre sgallettate.
Ci guardiamo la Dani ed io.Guardiamo le tre grazie befanose…e all’unisono diciamo:
"Non così eh…..?"

Siamo diverse io e lei.Tanto.Eppure ci troviamo a cavalcare stesse onde di pensiero spessissimo.
A capirci senza troppi giri di domande.
Mi piace la sua diversità.Mi affascina.La trovo "compensativa".La Dani è abbastanza irrequieta e impulsiva,istintiva eppure sà dirmi certe cose con un tatto ed una delicatezza particolari che sembrano sempre non le appartengano.Ma riesce a farlo.
Ha spesso la tenacia di spingere quando io avrei mollato già da un pò.
Dani ha una visione distorta di sè.
Vorrei che ci riuscisse,che si vedesse come la vediamo noi.Non vede che è bella,che occhi vivi che ha.
I suoi lineamenti,la bocca così bella che a volte mi ci incanto pure io a guardarla mentre parla.
Lei è vera.Traspare ogni sfumatura dal suo viso:dal disagio al disgusto,dalla soddisfazione al "Che cavolo stai dicendo?".E le sua facce che io chiamo "schifate" le adoro.Mi piace quando succede qualcosa girarmi e vedere dal suo viso se anche lei l’ha colta.
Passiamo dalle cose più assurde agli argomenti più dentro.
Non ho paura dei suoi scazzi.Non mi limito alla tolleranza,li sento,li capisco,aspetto.
Così come sento lei riuscire a gestire le mie "assenze"anche se non le piacciono.
Mi mette davanti specchi dove a volte vedo cose di me sgradevoli,ma mi fan fermare e pensare.
E io spesso non so dimostrarle il bene che le voglio,l”affetto derivato dalla sua intelligenza,
Il
legame cementato da esperienze comuni,simili e dalla pura affinità.
Mi comunica se la trascuro.Se mi son fatta troppo da parte per fatti miei,mi tira il filo dell’aquilone che sono,se mi allontano troppo dalla terra.
Non è mai pesante in tutto ciò.Riesco a viverlo solo come affetto,che poco ha a che fare con qualsiasi forma di possesso.
Non è definita,mi piace non conoscerla mai fino in fondo,perchè stupirsi,stupirci è sempre una piacevole non-calcolata novità.
Poi ha un apertura mentale illimitata.E davanti a questo,qualsiasi cosa è affrontabile.Insieme,vicini,meglio.

Ultimamente,divido il genere umano in due categorie,quelli che continuano a crescere e quelli che si son fermati a vent’anni e non importa la loro posizione nel mondo o il loro grado di cultura…dentro han deciso che "sono fatto così".
Non chiudete le menti,non smettete di ruotare,di capire.Non diventate ingranaggi usa e getta ,prodotti confezionatI ad uso,abuso e consumo di ciò che vogliono fare di noi…

Annunci

2 Risposte

  1. Tienitela stretta!!!

    8 ottobre 2006 alle 12:05

  2. Brava bene bis.

    Invidio questo genere di rapporti.

    Invidio questa capacità di condivisione.

    Forse una volta avevo anche io qualcuno così, ora non c’è quasi più (non siamo stati in grado di passare oltre alle rispettive assenze).

    Invidio.

    Son fatto così.

    Ma stiamo lavorando per limare gli angoli ed abbellire il contesto.

    Non mi sono fermato a vent’anni… spero di non fermarmi mai.

    Mi piace andare avanti

    8 ottobre 2006 alle 16:12

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...