E così sui binari in tondo gira, illudendo la ragione, questo trenino a molla che si chiama cuore (Fernando Pessoa)

That’s what friends are for

100_3275

(Foto:Croazia-Agosto 2006-Ubik)

Felicità…un attimo,quello della consapvolezza,di sognare e desiderare un’altra vita ma anche

fermarsi,guardare quello che si ha…nessun apriti sesamo varrebbe tanto.

Allora mi son sentita amore e tenerezza scagliato da ogni fronte guardando intorno,come gavettoni o zucchero filato e ho rivisto il mio ex capo che mi chiamava l’anno scorso in vacanza in Portogallo nel cuore della notte,mentre avevamo trovato da dormire ne bugalow che somigliava a "Casconero" di guerre stellari e io mi ero licenziata…non me l’avrebbe mai detto che gli mancavo,il capo.Ma quale gesto…passato da me sciocca,così inosservato,tornato come un lampo nella memoria.

E in questi giorni,mi son sentita coccolata:la fiaba della buonanotte,un ala tesa,la tenerezza,un libro da scrivere,voci che ridono,una carezza alla mia mente,un bacio sospeso che mi ferma il respiro mentre salgo le scale.I messaggi,ex colleghi di lavoro che si ricordano sempre di me,che do a volte,dannata stupida per scontato.Non si fà.I colleghi nuovi,con i loro valori sociali ancora attivi.La Vale oggi(amica di infanzia e di famiglia),la mia
mamma(lo sò,non vale…..sìììììì che vale),le mie amiche di sempre,con tutti i loro casini e la loro ironia,quelli nuovi,che stan facendo gli esami per entrare nel mio cuore  e io nel loro e sono a buon punto.Poi Sgarzulini,grillini.

Il mio socio ed io,che sembravamo 2 bambini cretinetti che per la prima  volta mangiano un gelato e vanno al cinema e su una giostra,tutto nello stesso giorno.Certi Blog,ragazze con tante leggere/profonde nuvole,amori,crucci…
….ma la testa che corre,il cuore che batte e il privilegio,per cui non ringarzierò mai abbastanza la vita…di essere donne,con la D maiuscola.

Poi,mi giro e guardo quella pianta lì,sul frigo,con le sue grandi
foglie a cuore,che con un pò di acqua e di amore è tornata
bellissima,che durante le mie vacanze…nessuno…si era un pò
spenta…allora coltiviamo,che basta poco, piccole cose,uno sguardo un sorriso,fan brillare auree e occhi e rendono le cose più ordinarie,nuove e uniche,combattono la banalità…un pò di acqua e un pò di
tenerezza…tutto lì…piantine…

Annunci

5 Risposte

  1. hai fatto resuscitare una piantina… io le uniche piantine di cui mi curo sono quelle del basilico, salvia, origano, timo menta, erba cipollina e maggiorana, e li depredo in continuazione

    29 agosto 2006 alle 22:36

  2. Senti signorina dalle risorse botaniche, c’ho una piantina con tante foglioline a cinque punte che mi è un po’ giu di corda… La rosmi…

    29 agosto 2006 alle 23:45

  3. …grazie x aver usato il Folletto sulle mie nuvole…speriamo ke se lo lascio lì ancora un pò se le porti via tutte!

    Scrivi delle cose bellissime e solo da una persona speciale vengono fuori così…grazie!

    29 agosto 2006 alle 23:56

  4. che alla fine basta poco per crescere e per fiorire, per sopravvivere con leggerezza. Ogni tanto, un po’ d’acqua, col cuore!

    30 agosto 2006 alle 02:09

  5. vedi che non sono l’unico ad apprezzare ciò che scrivi? Cerebralona mia! Bye Massimo

    PS: scarica Boy Kil Boy, track Suzie, mi sa che può starci bene nella colonnina di destra.

    30 agosto 2006 alle 02:55

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...